Cerca lo Psicologo
Dr.ssa Graziella Langialonga

Dr.ssa Graziella Langialonga

Piazza Caiazzo, 2 - 20124 MILANO (Milano)

Tel: 0266987389 Cel: 3403129712

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr.ssa Alessandra Marelli

Dr.ssa Alessandra Marelli

Via S. Pellico, 11/b - 20030 BOLLATE (Milano)

Cel: 3332328688

La Dottoressa Psicologa Marelli è laureata in Psicologia Perinatale e specializzanda in Psicoterapia della Gestalt. Ha fondato l'Associazione Scientifica Italiana di Psicologia Perinatale, per dare sostegno non solo ai bambini, ma anche e soprattutto ai loro genitori. Spesso mancano delle figure professionali specializzate nel trattamento di determinati disturbi infantili. Il suo obiettivo è stato proprio quello di fornire un punto di riferimento affidabile e serio. Per maggiori informazioni a riguardo, consultare il sito web della dottoressa http://www.psicologomilanonord.it.

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr. Matteo Monego

Dr. Matteo Monego

Via Caterina da Forli', 5 - 20146 MILANO (Milano)

Cel: 347 4604828

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Elaborare il lutto

Con il termine " lutto" in psicologia non ci si riferisce solo alla morte di una persona cara ma anche ad un distacco doloroso, alla fine di una condizione di benessere, alla mancata realizzazione di una qualsiasi iniziativa per la quale ci siamo impegnati e sopportato fatica e sacrifici...insomma, per tutte quelle situazioni nelle quali si sia verificata una perdita.

Il lutto si accompagna sempre a vissuti emotivi di sofferenza specialmente se la morte della persona cara è improvvisa e inaspettata (come per un incidente) ed è necessario attraversare una serie di fasi psicologiche per superare la fase critica del trauma psichico vissuto e ritrovare l'equilibrio psicologico. Questo processo viene denominato "elaborazione del lutto" ed esige un tempo che mediamente è di 6 mesi in condizioni di normalità. Il suo protrarsi determina un blocco psicologico e la cristallizzazione delle emozioni (ad esempio negare la realtà e comportarsi come se la persona fosse ancora viva) sfociando, così, in uno stato patologico.


Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Questo sito fa uso di cookie. Per saperne di più leggi l'informativa

OK